POETICA DEI SOGNI E LA POLVERE/9 – scritti nei cassetti

 

17761247_10154645246164773_1049004331_o (1).jpg

Inserisci una didascalia

testo e immagine del 1997 – io in purgatorio casalingo amoroso – domenica prima di un esame

 

tu che lavi i piatti era buono sì è carino il discorso lo fai così pubblico guardati ma no che paura? parlerai piano scandendo il messaggio bene ombelico di fuori ma dai! dove avrò messo la macchina forse l’hai presa tu ieri – tu che scrivi di schiena indivisa mi osservi allo specchio ho portato a lavare il cappotto – non farmi incazzare stasera ho capito guardando quel sacro tramonto invernale sul colle, dietro la chiesa… non credo esista il dio la dea gli dei tangibili sputi di terra e fiume fa niente il rossetto che cazzo voglio il purgatorio mi basta e non mi dispiace qui proprio per niente stoicamente resisto. io? dici profumo di ferro e foglie d’altronde negli astri ho metallo fuoco cottura alchimia.

un rum che ti devo fare assaggiare ma no che ubriaco tu poi incanala atmosfere emozioni singulti orgasmi multipli lo fai lo so. può essere così importante (spiragli di tempo permettendo?)

Valeria Bianchi Mian

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...