IDEALI – una poesia

    Quella vecchia storia del gabbiano l’Albatross del marinaio che fu maledetto da Life in Death ed ora è VitA MORte quotidiana. Ali per le idee son per me ideali che da buona adulta oggi reggo in aquilone ai piedi sulla terra. Diversamente cosciente dei passi falsi – il briccone Ermes! trascrivo-leggo-riscrivo   messaggi traduco […]

PER UN SOFFIO – due poesie

i. il vento tesse il mondo con un filo dalla cruna l’anima ci passa al pelo lo spirito più alto apprende il volo da briciole o minuzie e come il melo al seme piccolino toglie il velo e cresce poi spavaldo fino al cielo. II. chi sei sei sei? nello specchio il cattivo coniglio del […]

FAVOLE IN ACTION! – cose maggioline

Sono davvero una sbadata, una svampitella salterina saltimbanca. A volte attenta a segnare gli appuntamenti sulle agende (ne avessi una sola, ma no – son mille!) a volte intenta a seminare briciole di dolce sul sentiero dando per scontato che al ritorno le ritroverò – le ritroverete – senza badare ai passeri che mi seguono […]

POETICA DEI SOGNI E LA POLVERE/11 -oltre il cancello

(dal quaderno dei sogni del 2004 – tracce, schizzi, punti di sutura – storia di una separazione per mancanza d’amore) AGOSTO “Un po’ fuori dal mondo io ci sto bene. Sdraiata sotto costellazioni di amarene mature nel giardino delle delizie, sputo i noccioli dei miei supplizi. Se non m’importa di approfondire strade al di là […]

I SEMI – due poesie

1. Quando muoiono i vecchi e i bambini domandano che cosa sia il morire. In marcia con i bastoni al confine del bosco io gli parlo di marcescenza. “Elegy written in a country churchyard” raccogliendo primule per l’insalata – dal muro cola la colla delle partecipazioni fresche come le uova dello zio. Eccolo, il fratello […]

AUGURI! – un anno di baci tra le rime

Un anno fa emetteva i primi vagiti. Sono nato! – gridava, facendo il diavolo a quattro, dopo trecentosessantacinque giorni di gestazione e un parto a due mani – la sinistra disegnava mentre la destra, non sapendo che altro fare, ricamava storielle nell’aria.  Sono nato! – lo diceva a tutti, quel malandrino.  Sono un libro – […]

I RACCONTI DEL CAPPELLO/Kitsune

Vieni qui a vedere Kitsune nella neve la volpe d’argento che in anima lieve attutisce il rumore dei tuoi meccanismi. Dissolve nel silenzio la patina oleosa di ogni grossolano attaccamento a qualsiasi cosa. La volpe è Kitsune che scioglie nel bianco la punta della penna per accendere un lume. I’m a Fox in the snow […]

RETROGUSTO – una poesiola

RETROGUSTO Amarcord il dolce e l’amaro di me – signorinella retrò che mordendo la mela proibita gustava la vita tra il letto e il comò. Amarcord quell’ambivalenza di me – lo stile art nouveau dei versi tessuti in tela leggera, il leggere dubbi e fumi e “non so”. Al presente no, io non sfuggo curiosa […]

VADE RETRO SATANA – poesia apotropaica

Vade retro Satana – vade retro tu sei la madre santa dei figli nati stanchi dei fogli sempre intonsi, dei muri bianchi. Numquam suade mihi vana – non mi attrarre con le luci colorate lungo il viale con le voci che seducono al banale. Non spezzarmi la parola che ora nasce da un serpente senza un capo […]